Israele, orologio della storia

BandieraHa il diritto Israele di difendersi dai razzi di Hamas? Il conflitto in atto è terribile per i civili, che vengono usati come scudi umani dagli stessi terroristi. Per anni i terroristi di Hamas hanno costruito tunnel per poter entrare nel territorio di Israele.  In questi giorni circola in Israele una e-mail, naturalmente in ebraico, che riporta il racconto di un militare israeliano che sta combattendo a Gaza. La scrittrice israeliana Naomi Ragen ne ha fatto girare una traduzione in inglese che qui traduciamo in italiano:  “Io e i miei compagni avevamo catturato un certo numero di terroristi di Hamas. Quando li abbiamo interrogati, abbiamo chiesto loro: visto che avete costruito così tanti tunnel a 7/8 metri di profondità per entrare in Israele e raggiungere Beer Sheva, perché avete aspettato fino ad ora ad utilizzarli per i vostri attacchi terroristici e rapire o uccidere israeliani?
Continua a leggere

La benedizione dell’autorità in Gesù

BlessingNel mio libro “Dio, io e te”, vi è un capitolo a pag 67 dal titolo: In mutande o in autorità. Riporto alcune righe: “C’è differenza fra autorità e potenza: una cosa è la potenza, un’altra è l’autorità. Un vigile, ha il potere di fermare il traffico? Sì, risponderebbero in molti. Basta che  alzi la paletta di ordinanza e ha piena autorità di fermare la potenza di un’orda di automobili!  Tutto questo è vero, ma solo se il vigile ha la divisa!  Volete la prova? Mettete un vigile in mutande  all’incrocio di una strada, con in mano soltanto una paletta. Vedrete che ha in sé stesso il potere, ma non l’autorità di bloccare il traffico! Può urlare quanto vuole che è un vigile, ma non sarà creduto.  I credenti sono spesso il vigile in mutande! Hanno la potenza di Dio in loro, ma non esprimono con fede l’autorità spirituale per manifestarla!”

Gianni ci ha scritto 2 gg fa la sua testimonianza di guarigione avvenuta attraverso l’applicazione della preghiera di autorità in Gesù. Continua a leggere

Il bimbo che è stato in braccio a Gesù

bimbo che è stato in braccio a gesù

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Shalom miei cari lettori, oggi vi parlerò del bimbo che è stato in braccio a Gesù , una vera testimonianza di miracoli di Dio.
È il 3 marzo del 2003.  Il piccolo Colton ha 4 anni e quel giorno aveva cominciato ad avere un forte mal di pancia. Poi il vomito. Stava sempre peggio finché i medici fecero la loro diagnosi: appendice perforata. Fu operato d’urgenza a Greeley, in Colorado. Durante l’operazione la situazione sembrò precipitare: “lo stiamo perdendo! Lo stiamo perdendo!”. Il bambino era messo molto male e passò qualche minuto assai critico. Poi però si era ripreso. Per il babbo e la mamma era stata un’esperienza terribile. Lacrime e preghiere in gran quantità come sanno tutti coloro che son passati da questi drammi. Continua a leggere

La triangolazione perfetta

001La triangolazione perfetta . Molti sono i messaggi e immagini negative che i media ci propinano, a volte con simboli che per i più possono sembrare insignificanti ma che sono segni inconfondibili in “certi ambienti” e che sono tutto tranne che positivi.

Voglio in particolar modo puntare l’attenzione sui triangoli e piramidi (simboli massonici, esoterici e dell’occulto ) che compaiono spessissimo nei video musicali, durante i concerti, nelle trasmissioni televisive, ecc. Sono molti i personaggi dello spettacolo, attori, cantanti, presentatori televisivi, giornalisti,ecc. ecc. che si prodigano e esibiscono i segni in questione.

Non voglio soffermarmi e perdere tempo sui significati negativi che questi simboli rappresentano, ma condividere un’ ALTERNATIVA POSITIVA con tutti voi. Vorrei che noi tutti, ogni volta che vediamo un triangolo, facessimo nostre le situazioni che ho disegnato.

Poniamo visivamente nell’angolo superiore del triangolo la PREGHIERA e negli angoli in basso l’AMORE e il PERDONO, e pensiamo alla triangolazione perfetta.  Partendo dall’ AMORE in senso orario e all’infinito, passiamo alla PREGHIERA (non c’è AMORE senza PREGHIERA). Poi dalla PREGHIERA passiamo al PERDONO (non c’è PREGHIERA senza PERDONO). Poi dal PERDONO torniamo all’AMORE (non c’è PERDONO senza  AMORE).

L’ AMORE (l’AMORE di Dio in noi), la PREGHIERA (comunione con lo Spirito Santo) e il PERDONO (la Grazia ricevuta da Gesù e che doniamo al prossimo) sono la sintesi del bellissimo saluto trinitario di S.Paolo: La grazia del Signore Gesù Cristo, l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi” (2Cor 13,13)

Se lo desideri puoi iscriverti alla NewsLetter e riceverai in OMAGGIO DUE           E-BOOK E UN VIDEO DI FORM-AZIONE CHE TI AIUTERANNO A RAGGIUNGERE LA VERA FELICITÀ

Silvano Dal Grande

Tutto è possibile a chi crede

 

Chi credi di essere ?

BlessingOccorre avere un’immagine edificante di noi stessi. Chi credi di essere ? Fonda l’immagine che hai di te su ciò che la Parola di Dio dice. Tutto è possibile a chi crede. Il modo in cui vedi te stesso e come ti senti al riguardo avrà un impatto enorme su quanta strada farai nella vita. Cos’è un immagine di se stessi? Il termine può essere cambiato con autostima, concetto di sé e valore di se stessi. L’autostima è quel senso profondo che hai di te stesso. E’ il modo in cui ti vedi, l’opinione e il giudizio che hai del tuo proprio valore, quanto peso credi di avere nella vita.  E’ certo che un’immagine positiva di se stessi è uno dei fattori chiave nel successo e nella felicità di un individuo. Il motivo per cui l’ immagine di te stesso è così importante è questa:  sicuramente tu parli, agisci e reagisci secondo la persona che tu pensi di essere. Se ti vedi insignificante, non adatto, inadeguato, probabilmente agirai conseguentemente con i tuoi pensieri. Se il tuo livello di autostima è basso, immaginerai te stesso come un fallito. Ma le persone che vedono se stessi come Dio li vede sono generalmente felici di ciò che sono. Sanno di essere stati creati ad immagine di Dio e che Egli li ha coronati di uno straordinario onore! Continua a leggere