Fino a quando?

Fino a quando, Signore, implorerò e non ascolti,
a te alzerò il grido: «Violenza!» e non soccorri?
Perché mi fai vedere l’iniquità e resti spettatore dell’oppressione?
Ho davanti rapina e violenza e ci sono liti e si muovono contese.
Non ha più forza la legge, nè mai si afferma il diritto.
L’empio infatti raggira il giusto e il giudizio ne esce stravolto.

Tu dagli occhi così puri che non puoi vedere il male
e non puoi guardare l’iniquità, perchè, vedendo i malvagi, taci
mentre l’empio ingoia il giusto?

Il Signore rispose e mi disse: «Scrivi la visione
e incidila bene sulle tavolette perchè la si legga speditamente.
E’ una visione che attesta un termine, parla di una scadenza e non mentisce;
se indugia, attendila, perchè certo verrà e non tarderà».
Ecco, soccombe colui che non ha l’animo retto,mentre il giusto vivrà per la sua fede.

La ricchezza rende malvagi; il superbo non sussisterà;
spalanca come gli inferi le sue fauci e, come la morte, non si sazia.
Guai a chi accumula ciò che non è suo, – e fino a quando? –
e si carica di pegni!
Guai a chi è avido di lucro, sventura per la sua casa,
per mettere il nido in luogo alto, e sfuggire alla stretta della sventura.
Guai a chi costruisce una città sul sangue
e fonda un castello sull’iniquità.
Guai a chi fa bere i suoi vicini versando veleno per ubriacarli
e scoprire le loro nudità.
Guai a chi dice al legno: «Svegliati», e alla pietra muta: «Alzati».
Ecco, è ricoperta d’oro e d’argento ma dentro non c’è soffio vitale.

Ho udito e fremette il mio cuore, a tal voce tremò il mio labbro,
la carie entra nelle mie ossa e sotto di me tremano i miei passi.
Sospiro al giorno dell’angoscia che verrà contro il popolo che ci opprime.
Il fico infatti non germoglierà, nessun prodotto daranno le viti,
cesserà il raccolto dell’olivo, i campi non daranno più cibo,
i greggi spariranno dagli ovili e le stalle rimarranno senza buoi.

Ma io gioirò nel Signore, esulterò in Dio mio salvatore.
Il Signore Dio è la mia forza, egli rende i miei piedi come quelli delle cerve
e sulle alture mi fa camminare.

 

 

Abacuc

Tutto è possibile a chi crede

5 pensieri su “Fino a quando?

  1. PER TE BOB !

    Porgi orecchio alla mia preghiera,
    o Dio,
    non essere insensibile alla mia supplica.
    Dammi ascolto, e rispondimi;
    mi lamento senza posa e gemo,
    per la voce del nemico, per l’oppressione dell’empio;
    poiché riversano iniquità su di me
    e mi perseguitano con furore.
    Dentro di me palpita violentemente il mio cuore
    e una paura mortale mi è piombata addosso.
    Paura e tremito m’invadono,
    e sono preso dal panico; e io dico: «Oh, avessi ali come di colomba,
    per volare via e trovare riposo! Ecco, fuggirei lontano,
    andrei ad abitare nel deserto; m’affretterei a ripararmi dal vento impetuoso e dalla tempesta».
    Annientali, Signore, confondi il loro linguaggio,
    poiché io vedo violenza e contesa nella città.
    Giorno e notte si aggirano sulle sue mura;
    ingiustizia e malvagità sono dentro di essa.
    All’interno ci sono delitti,
    violenza e insidie non cessano nelle sue piazze.
    Se mi avesse offeso un nemico,
    l’avrei sopportato;
    se un avversario avesse cercato di sopraffarmi,
    mi sarei nascosto da lui;
    ma sei stato tu, l’uomo ch’io stimavo come mio pari,
    mio compagno e mio intimo amico.
    Ci incontravamo con piacere;
    insieme, tra la folla, andavamo alla casa di Dio.
    Li sorprenda la morte!
    Scendano vivi nel soggiorno dei morti!
    Poiché nelle loro case e in cuor loro non v’è che malvagità.
    Io invocherò Dio,
    e il SIGNORE mi salverà.
    La sera, la mattina e a mezzogiorno mi lamenterò e gemerò,
    ed egli udrà la mia voce.
    Darà pace all’anima mia,
    liberandomi dai loro assalti,
    perché sono in molti contro di me.
    Dio ascolterà e li umilierà,
    egli che siede da sempre sul suo trono;
    perché essi rifiutano di cambiare,
    e non temono Dio.
    Il nemico ha steso la mano contro chi viveva in pace con lui,
    ha violato il suo patto.
    La sua bocca è più untuosa del burro,
    ma nel cuore ha la guerra;
    le sue parole sono più delicate dell’olio,
    ma in realtà sono spade sguainate.
    Getta sul SIGNORE il tuo affanno,
    ed egli ti sosterrà;
    egli non permetterà mai che il giusto vacilli.
    Ma tu, o Dio, farai scendere costoro nella tomba;
    gli uomini sanguinari e fraudolenti
    non arriveranno alla metà dei loro giorni;
    MA IO CONFIDERO’ IN TE.

    SALMO 55 (54)

    UN FORTE ABBRACCIO A TE, RE DAVIDE.
    Mauro e Laura Tessari.

  2. Un grazie per ciò che sempre mi insegni seppur nella prova e nella sofferenza ..
    Per chi vive da vicino questo tipo di realtà viene spontaneo l’urlo “MA SIGNORE DOVE SEI? PECHE’ NON RISPONDI? NON LASCIARMI SOLO…
    Questo è ciò che il mio cuore urla da troppo tempo con voce soffocata.
    C’è una frase nell’articolo che dovrebbe darmi conforto: ” C’E’ UN TERMINE,
    UNA SCADENZA, attendila perchè certo verrà e non tarderà..
    Tutti i giorni GLI rinnovo il mio CREDO, perchè è con LUI che voglio restare
    sempre e a qualunque costo..
    So che LUI mi guarda e tutto vede, soprattutto le mie lacrime ma, so che le asciugherà.

    Rinnovando il mio grazie ti saluto caramente

  3. Quanto vere e attuali sono queste parole. Anch’io sono nell’attesa e spesse volte urlo contro Dio “perché non rispondi, perché mi sono meritato questa sofferenza ma ancora di più questa attesa da te”. Ma Roberto c’è un termine e la risposta non tarderà. Restiamo fiduciosi nelle promesse del Signore che ha tempi e modi così speciali che non non possiamo neanche immaginare.

  4. Ho letto e riletto tante volte questo articolo per capire e ho pregato ! Nel cuore mi è entrata questa frase:” è una visione che indica un Termine una Scadenza , anche se tarda a venire nn indugiare VERRÀ”Ho letto poi da Geremia 33,6:”ecco io farò rimarginare la loro piaga li curerò li risanerò e procurerò loro abbondanza di pace e di sicurezza” Ecco in questo periodo di attesa voglio essere fiduciosa che tutto tornerà piu forte di prima e che tu Roberto con Loira e con il Signore farete cose ancora più grandi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image