Per vedere più lontano

La storia è la disciplina che si occupa dello studio del passato tramite l’uso di fonti, documenti, testimonianze e racconti che possano trasmettere il sapere. “Non sapere che cosa sia accaduto nei tempi passati, sarebbe come restare per sempre un bambino. Se non si fa uso delle opere delle età passata, il mondo rimarrà sempre nell’infanzia della conoscenza” (Cicerone). Come non possiamo vedere il domani senza l’oggi, così non possiamo vivere l’oggi senza ieri. “Se ho visto più lontano è perchè sono salito sulle spalle dei giganti” , frase attribuita a Newton, illustra bene il concetto di ciò che chiamiamo progresso in ogni campo della vita, anche quello spirituale. Se oggi, nel 2017, parliamo di fede, Bibbia, Spirito Santo, profezie, ecc… è proprio perchè nel passato persone hanno lottato e sofferto affinchè questi tesori arrivassero fino a noi. Persone ed eventi del passato sono importanti per ciò che noi viviamo oggi. Vediamo alcuni eventi di cui quest’anno si celebrano le ricorrenze.

500esimo della Riforma protestante.  Martin Lutero (1517-2017) «ci offre l’opportunità di compiere un ulteriore passo in avanti, guardando al passato senza rancori» per «riproporre agli uomini e donne del nostro tempo la novità radicale di Gesù, la misericordia senza limiti di Dio: proprio ciò che i Riformatori ai loro tempi volevano stimolare». Lo ha detto Papa Francesco nell’udienza ad una delegazione della Chiesa evangelica tedesca citando quanto affermato da Benedetto XVI ad Erfurt nel 2011 (la «questione su Dio» era «la passione profonda, la molla della vita e dell’intero cammino» di Lutero) e sottolineando che «il fatto che la loro chiamata al rinnovamento abbia suscitato sviluppi che hanno portato a divisioni tra i cristiani, è stato certamente tragico» e cinquecento anni fa le lotte tra fratelli e sorelle nella fede furono «fomentate da interessi politici e di potere», mentre oggi «rendiamo grazie a Dio perché finalmente, “deposto tutto ciò che è di peso” – ha detto Jorge Mario Bergoglio citando San Paolo – «fraternamente “corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù”».

100esimo delle apparizioni a Fatima. Le apparizioni della Vergine avvennero fra il 13 maggio e il 13 ottobre del 1917 a tre piccoli pastori, i fratelli Francisco e Giacinta Marto e la loro cugina Lucia dos Santos. Si è presentata ai tre fanciulli nella piana, dove pascolavano il gregge, la Cova di Ria, e dialogando con loro amabilmente, invitandoli insistentemente alla preghiera. L’intimità con Dio trasforma la vita in sacrificio per i fratelli, specialmente quelli su cui ricade lo sguardo misericordioso di Dio, per la conversione dei peccatori. Avvenne durante la prima guerra mondiale e annunciò i pericoli incombenti sull’umanità intera. Ma il messaggio di Fatima lasciatoci dalla Madonna non ha nulla di catastrofico. Dice anzi come la speranza deve guidare i nostri passi verso la vita, certo seguendo fedelmente gli insegnamenti che il Signore ci ha lasciato attraverso il Figlio suo Gesù Cristo, che è stato inviato per la nostra salvezza.

50esimo del Rinnovamento Carismatico cattolico. Nasce nel 1967 negli Stati Uniti durante un ritiro spirituale  di alcuni studenti dell’Università Duquesne a Pittsburgh in Pennsylvania. L’influenza del pentecostalismo evangelico, che a sua volta all’inizio del 20mo secolo  scosse il protestantesimo, fu evidente nella nascita del movimento che infatti agli inizi venen definito “pentecostalismo cattolico”.  Il nuovo movimento così si inserì nel più generale movimento carismatico   che aveva già interessato le Chiese protestanti. Il Rinnovamento carismatico cattolico più che un’unica entità va considerato come un coordinamento internazionale di realtà diversificate, ma che sono accomunate dalla riscoperta del ruolo della terza Persona della Trinità, lo Spirito Santo. La caratteristica comune del Rinnovamento carismatico cattolico è il battesimo nello Spirito Santo, che consiste nell’esperienza dell’accettazione consapevole dello Spirito Santo con i suoi doni carismatici. “Rendo grazie a Dio con voi per questi 50 anni di azione sovrana dello Spirito Santo”, “che ha dato vita alla corrente di grazia che è il Rinnovamento carismatico cattolico.

Oggi ?  Quando si celebrano le ricorrenze si commemorano persone ed eventi del passato. Qualcuno ha detto: Le ricorrenze ricordano un passato che non c’è più. Personalmente condivido. “Si sale sulle spalle dei giganti (passato) per vedere più lontano”. Quel passato ci ha portato all’oggi. Ma….cosa oggi il Signore vuole da noi? Qual’è il prossimo step? Non possiamo guidare l’auto guardando sempre lo specchietto retrovisore perchè andiamo a…. sbattere! Ma guidiamo l’auto gettando un’ occhiata attenta a ciò che sta dietro, ma concentrandoci soprattutto su ciò che ci sta davanti! Questo mi intriga molto e mi fa ricordare le parole di S.Paolo: dimentico del passato e proteso verso il futuro, corro verso la mèta (Fil 3,13-14)

Roberto Aita

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image