Agnese: perdono, guarigione e riconciliazione

Perdono, guarigione e riconciliazione : parole forti che possono cambiare la vita di ognuno di noi..
Non sono cresciuta in una famiglia serena. Tutt’altro. Ho avuto un padre che era morbosamente geloso di mia madre (facendola soffrire parecchio per questo) e in più, cosa ancor più grave, ha avuto per me delle attenzioni sessuali (da ragazzina e poi da sposata). Con mio marito ho taciuto, mia madre sapeva della cosa io l’avevo informata) ma non sapeva come intervenire (era soggiogata, sottomessa e paurosa di mio padre autoritario).

cuore con chiaveSono passati degli anni. Tanti. Il rapporto con mio padre, a causa di queste situazioni era sempre stato freddo. Poi ho incontrato Roberto, anni fa, e mi ha parlato del perdono. Del perdono come decisione e non frutto di uno stato emotivo. Tra le lacrime ho pregato Gesù e ho nel mio cuore  perdonato mio padre.

In ogni caso tra noi vi era sempre quel muro, quella distanza. Mio papà è diventato anziano, poi vecchio. Continua a leggere

Guarire il cuore ferito

Cuore feritoGuarire il cuore ferito …
Chi di noi non ha mai subito una forte delusione nella sua vita? Un pugno nello stomaco, un rifiuto, un affronto, una umiliazione così forte da togliere il respiro?

Oppure può esserci capitato di essere fonte, più o meno cosciente, di una forte umiliazione nei confronti di un’altra persona. Una azione, un comportamento che, anche se capitato nel passato, ancora oggi ci fa bruciare il cuore dal dolore? A chi non è mai capitato può davvero ringraziare il Signore,  per chi, come a me, è capitato  si pone un problema davanti che non può non essere affrontato.

Quanto e come questo trauma e questa ferita interiore stanno condizionando la tua vita presente? Questo dolore sta condizionando la tua vita? Sei libero da quel peso oppure ogni volta che qualche accadimento della vita te lo fa ricordare per te è meglio “mandare giù”  e non pensarci pur di non soffrire?

Ti è mai capitato di avere reazioni sproporzionate rispetto ad un fatto che ti accade nella tua quotidianità? O ti è mai capitato di incontrare persone che reagiscono in modo sproporzionato ad un normale episodio di vita quotidiana?

Ecco se ti ritrovi nelle situazioni sopra descritte sei in buona compagnia.

Torniamo però alla domanda cruciale: Quanto e come questo trauma e questa ferita interiore stanno condizionando la tua vita presente?

Essere in buona compagnia non fa stare meglio, essere guariti si.Se la risposta alla domanda è: quel trauma non sta PIU’ condizionando la tua vita allora considerati BENEDETTO.

Se invece riconosci che la sta condizionando…e magari anche tanto… allora qui bisogna agire in prima persona.Per rispondere a questa domanda però ci vuole un primo fondamentale atto di coraggio: essere onesti con sé stessi. Solo così si può procedere al secondo step: AGIRE.

Come agire? Non è semplice in poche righe ma la chiave è una decisione: il PERDONO. Il perdono per gli altri, il perdono per te stesso, il perdono nei confronti di Dio (se sei arrabbiato con Dio).

Decidere di perdonare è  una scelta che nessuno può fare al tuo posto.Non è facile? D’accordo ma è l’unica soluzione. Non ci riesci? Non è vero. Decidi di farlo e chiedi al Signore di aiutarti dandoti la forza, che solo Lui può dare.

Quando perdoni, ma perdoni davvero, la tua vita cambia. Ritrovi la libertà, vivi al di sopra dei ricordi e quei ricordi non fanno più soffrire, perché GRAZIE A QUELLA SCELTA DI PERDONARE, hai permesso a Dio di guarire la tua ferita interiore, rivivendola con Lui.

Non vuoi perdonare perché chi ti ha ferito l’ha fatto troppo grossa? A te non sarebbe mai potuto capitare? Oggi, nel mondo che viviamo non mi azzarderei a scommettere troppo sulla nostra personale bontà, purezza e sui nostri valori. Tutti possono cadere, tutti possono sbagliare e tutti siamo soggetti a questo rischio di ferire altri o noi stessi.

Non vuoi perdonare? Liberissimo, ma così, SAPPILO, ti AUTOCONDANNI ad essere infelice. È pur sempre una scelta.

La mia vita ha sperimentato la forza miracolosa del perdono. Non lasciarti scappare questa opportunità. Dio c’è. Dio non ti lascia solo in questa scelta. Fai il primo passo e Dio ti onorerà. Come ? Restituendoti la pace e la libertà che non avevi.

Fai tua questa PROMESSA: Giovanni 15,11 Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.

Tutto è possibile a chi crede

Stefano Mendogni